Podio su Netflix ma… anche su Spotify

Quando si guarda una serie Tv o un film ci sono tanti elementi che possono catalizzare la nostra attenzione e è la combinazione di questi che determina se un contenuto è stato soddisfacente oppure no.

Ottime trame e pessima regia, buone idee e sviluppo discutibile, fotografia incredibile e trama carente (qualcuno ha detto Stranger Things?), insomma le varie combinazioni possibili determinano veramente la riuscita o meno di un prodotto. Un elemento che spesso è sottovalutato è la colonna sonora. Intendiamoci esistono mille serie tv ad esempio che sono meravigliose anche se non hanno una colonna sonora particolarmente avvincente o curata, ma è chiaro che quello che invece vengono studiate anche da questo punto di vista riescono a trasportare chi le guarda su un piano trasversale alla narrazione, un livello emotivo, che aggiunge valore al prodotto in sé. Da profana direi che una colonna sonora è riuscita nel momento in cui chi guarda decide di shazamare la canzone che accompagna la scena che sta guardando. Quando la musica riesce ad attirare la nostra attenzione quindi, o la scena è molto noiosa o è molto riuscita.

Tra le serie appartenenti alla seconda categoria citata mi sento di individuarne 4 la cui colonna sonora è degna delle migliori playlist di Spotify:

The End of the Fucking World

Ho assolutamente tutte le tracce della serie sul mio Ipod. Un po’ le conoscevo già un po’ hanno riecheggiato in loop nella mia testa fino a che non mi sono decisa a scaricarle. La storia può essere un po’ banale, non sicuramente un capolavoro annunciato, ma le serie inglesi hanno sempre una marcia in più e in questo caso la marcia in più è data proprio dalla colonna sonora. Tra i must che compongono questa playlist che infestano i miei sogni e soprattutto i miei tragitti in metro: Laughing on the Outsidedi Bernadette Carrol,Walking all Daydi Graham Coxon, The Day We Fell in Lovedi The Ovation.

Peaky Bliders

Una delle migliori serie originali Netflix a cui fatico seriamente a trovare un difetto è quella che affronta la drammatica esistenza della famiglia Shelby. Per essere perfetti è chiaro che sia necessaria una colonna sonora magistrale che sia in grado di trasportare lo spettatore nei momenti più drammatici (anche in quelli più felici ma se parliamo di Peaky Blinders ci sono solo momenti drammatici). A parte il tema della serie, Red Right Hand, che è incredibilmente azzeccato e conquista sia dalla prima puntata tutte le tracce sono particolarmente meritevoli, tra queste, Walk with the Devildi Karlienee I Think I Smell a Ratdei The White Stripes

Narcos

Ormai iconica Tuyodi Rodrigo Amarante è la sigla della serie che ha avuto un enorme successo tra I fan della storia di Pablo Escobar e non. Mi è recentemente capitato addirittura di sentirne un remix house di cui avrei volentieri fatto a meno ma questo a dimostrazione di quanto questa canzone sia la spina dorsale della serie, in grado di evocarla immediatamente e anche di aver ricevuto grazie alla riuscita della serie una diffusione incredibile. Il resto della colonna sonora è stata composta da Pedro Bromfman ed è per lo più musicale, una musicalità latina e composta appositamente per accentuare alcune sequenze delle serie.

True Detective

True Detective è stata una serie cult degli ultimi anni, soprattutto la prima stagione. Che è anche quella di cui parlerò perché la seconda mi ha annoiato talmente tanto da subito che non sono in grado di esprimere un giudizio in merito. L’unica nota positiva che ho trovato, nelle prime e uniche due puntate che sono riuscita a vedere, è stato il tema degli episodi: Neverminddi Leonard Cohen. Nella prima stagione invece la tensione e il giallo sono palpabili per tutta la durata della serie e la colonna sonora è funzionale a tenere viva questa atmosfera. Come sempre nelle serie ben fatte il tema di apertura della serie è assolutamente perfetto e in grado di annunciare quello che si sta per affrontare con la visione. Far From Any Road dei The Handsome Familyè assolutamente una canzone perfetta così come lo sono tutte le altre che si avvicendano in questa serie, più composta da sensazioni ed atmosfera che da dialoghi, tra queste: The Angry Rivere It Only Takes One Shotdi Lera Lynn.

 Francesca Poletti

Annunci